Oroscopo di Lucrezia Borgia

Postato il Aggiornato il

18.04.1479 – 12h 30m LMT – 11h 38m GMT
Subiaco, Italia
Ascendente Leone, Sole in Toro

Se un astrologo fosse stato chiamato alla culla di Lucrezia Borgia da Alessandro VI, ansioso sul futuro della figlia appena natagli, facilmente avrebbe potuto rassicurarlo : capita raramente a un astrologo di riscontrare in una carta del cielo tanti segni auspicanti  un sereno e solido avvenire –  sia pure dopo alcune difficoltà iniziali,  al cui proposito viene da pensare ai due primi matrimoni di Lucrezia entrambi falliti ( e a dir il vero, specie il secondo, più che falliti per disarmonie tra i coniugi, fatti fallire per ragioni politiche) . Per quel che riguarda la buena suerte di Lucrezia , basti considerare : Marte in Casa X e in Toro ( = nonostante tutte le resistenze (…) il soggetto riesce a conseguire un’ottima posizione sociale” ), Gemelli sulla cuspide di Casa VII (= Incremento progressivo del benessere accanto ad una buona posizione sociale” ) , Toro sulla cuspide della Casa X (= L’amministrazione ragionevole del patrimonio acquistato col tempo porta ad un benessere solido. Successo assicurato da molti sforzi”).
Facile per l’astrologo sarebbe stato, poi, pronosticare in particolare una felice vita matrimoniale ( come in effetti fu quella di Lucrezia col terzo marito, Alfonso d’Este ):  in tal senso, infatti, depongono sia il Sagittario sulla cuspide di Casa V (=”Animo sereno e armoniosa vita familiare . I figli procurano gioia e soddisfazione”), sia l’Acquario sulla cuspide di Casa VII ( = Matrimonio felice . Massima stima da parte del compagno di vita che in ogni senso si adatta al soggetto”), sia la congiunzione Venere con Sole (= ”Ottime prospettive di un felice matrimonio”) .
Ma quel che ci spinge a consultare l’oroscopo di Lucrezia, non è il desiderio di sapere sul suo benessere e sul suo successo, ma la curiosità di trovare risposta alla domanda:  “Ma Lucrezia fu una sadica ? ebbe come Messalina una vita sessuale immorale e sregolata oppure no ?” .

Lucrezia Borgia 1

Rispondiamo alla prima domanda sul sadismo . Effettivamente risulta dall’oroscopo qualche elemento che sembrerebbe deporre per una vita amorale di Lucrezia ( Marte opposto a Giove = “Essere amorale .Spregiudicatezza nel parlare e nell’agire” – Marte opposto a Nettuno = “Disordinata vita dei sensi e sbandamento morale . Mentitori patologici . Spesso predisposizione al crimine”) . Però escludono che tali elementi portino oltre a una certa spregiudicatezza nella condotta di vita e riescano a spingere  fino  all’assassinio, sia il complessivo quadro astrologico caratterizzato soprattutto da configurazioni benefiche e armoniose (le quadrature e le opposizioni nell’oroscopo di Lucrezia sono pochissime !) e che quindi depone per una personalità armoniosa, che mal si concilia col crimine, sia la presenza nella carta del cielo di Lucrezia di numerosi elementi capaci di contrastare quelli potenzialmente criminogeni prima indicati ( in altre parole: Lucrezia, come ciascuno di noi, aveva il suo angelo buono e il suo angelo cattivo, ma il più “forte” era quello e non questo ). E con  quest’ultima  considerazione  ci  riferiamo  a :  Sagittario sulla cuspide di Casa V ( che, in uno dei suoi possibili significati = “Virtuosità e rettitudine in tutte le cose”), Sole in Casa X e in Toro ( = “I grandi problemi dell’esistenza umana sono considerati e vengono risolti in un modo che, pur non essendo espressione di spiritualità profonda, palesa la rettitudine, la capacità di sereno giudizio e la naturale bontà del soggetto”), Venere in trigono con Saturno (= “Individui che assumono spesso la parte di consolatori di persone infelici, inferme o in qualche modo minorate”).
Insomma Lucrezia é una persona che, se non toccata nel suo orgoglio e nella sua vanità ( eh, sì , orgoglio e vanità sono un po’ i difetti di Lucrezia, come di tutti quelli nati con l’Ascendente nel Leone, a proposito dei quali il Sementovsky dice: ”L’orgoglio a volte quasi mostruoso, la presunzione e la vanità, queste sono le loro grandi debolezze”), se non toccata nel suo patrimonio ( eh, sì , Lucrezia non era cattiva, ma non era neanche un’altruista, lo chiarisce Saturno in Vergine e in Casa I = “Pronunciato egoismo, questi individui in ultima analisi non amano che loro stessi” ), insomma, se non aggredita,  neanche si muove per aggredire e tanto meno per fare il male per il gusto di far del male .
E passiamo a interrogarci sulla condotta sessuale di Lucrezia : era questa condotta contraria alla morale ? Nella gioventù forse è possibile; alimentano tale sospetto alcuni elementi che denunciano, da una parte, una sua natura sensuale, dall’altra, una sua debolezza nel resistere alle tentazioni della carne ; per il che si veda : Venere congiunta al Sole (= Individui affettuosi ma generalmente deboli . Forte sensualità e gioia di vivere”), Marte congiunto a Venere (= “Spesso si nota un certo indebolimento della volontà”),il già citato Marte opposto a Nettuno (= “Disordinata vita dei sensi e sbandamento morale”).
Però portano ad escludere che la condotta sessuale di Lucrezia fosse particolarmente e patologicamente immorale ( per intenderci, fosse la condotta di una Messalina che cerca e provoca il maschio), sia gli elementi, già citati, che depongono per una sua virtuosità e rettitudine, sia anche altri elementi che testimoniano , da una parte, una sua timidezza, dall’altra, una sua raffinatezza e ricercatezza nelle cose del sesso, per il che si ponga mente a : Saturno nella Vergine e in Casa I (che in uno dei suoi significati = “Eccessiva timidezza”), Nettuno trigono con Luna (= vita affettiva e sessuale estremamente raffinata”).
Lucrezia Borgia : analisi grafologica di P. Moretti

Chi é Lucrezia Borgia per il Grafologo ? Anticipando in sintesi il giudizio di P. Moretti possiamo rispondere : una persona non “malvagia” anche se non buona, di una intelligenza di buona media,  adorna di quelle qualità che fanno un buon politico e…una donna seducente.
Cominciamo dall’intelligenza . Il Grafologo la definisce “quantitativamente sulla media, qualitativamente acuta e nello stesso tempo non poco originale” . Interessante (perché collima con i rapporti di apprezzata consigliera anche nelle cose politiche che sembrano esserci stati tra Lucrezia, prima, col padre Alessandro, poi, col marito, Alfonso d’Este) il rilievo del Grafologo che il “soggetto” è dotato di intuito psicologico e pertanto potrebbe rivelarsi un prezioso consigliere per un uomo di governo , in grado di “ispirargli il modo di come trattare i sudditi”. E, continua il Grafologo , sempre a proposito del tipo di intelligenza del “soggetto” (che noi sappiamo essere Lucrezia, mentre egli ignorava essere tale) rilevando che egli ha il dono della persuasività e “potrebbe riuscire in oratoria” anche se – siccome “la sua parola non è fluida e non ha l’espressione sciolta” –“ha bisogno di preparare la parola e di ordinare il pensiero” .
Dunque Lucrezia è una persona capace di governare, ma anche di governare con giustizia e saggezza ? Non è quello che ci pare risultare dall’analisi grafologica. Infatti secondo questa : il “soggetto” “se vi interviene il proprio tornaconto non è facile che vi rinunzi” ; è capace “di un risentimento che sale verso il massimo grado con la facilità di sdrucciolare in un sentimento di gelosia, di vendetta”, tanto più che “la bontà e la remissività” in lui non brillano.
Ma Lucrezia, se fa del male, lo fa condottavi dal risentimento, dall’orgoglio, dalla permalosità, da un senso spiccato “della dignitosità personale” (tutti difetti che il Grafologo puntualmente rileva). Peraltro dall’esame grafologico risulta che essa ha tutt’altro che un animo arido e meschino; risulta anzi che “riesce per lettere ed ha spinta di lirica armoniosa” , “gusta molto la musica e riuscirebbe (anche) per la composizione lirica un po’ complicata”.
Com’era da aspettarsi, l’analisi grafologica rivela in Lucrezia le doti caratteristiche della femminilità. Ma dall’analisi grafologica risulta anche che Lucrezia sa essere donna al massimo grado senza avere la sfrontatezza di una Messalina ; chè anzi “le piace essere corteggiata e cercata, sebbene possa presentarsi in un modo ritroso” che tuttavia “ è avvolto in un’arte psicologica che le serve per allacciare maggiormente il corteggiatore”. Purtroppo il Grafologo deve denunciare nel “soggetto” una certa tendenza alla falsità (ma chi non è pronto a perdonare questo difetto a una bella donna?!) : la persona analizzata si rivela infatti nella grafia una commediante nata: ”nell’esecuzione del divisamento preso è capace di addolorarsi, di piangere tanto da fare sospettare che voglia ritornare indietro, ma passato quel periodo di commozione ritorna a confermare quanto ha divisato”. “Può avere –  continua a rilevare al proposito  il grafologo – l’impronta della sincerita” però “siccome tende (….) a giocare col sentimento altrui (…) può benissimo fare della commedia”.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...